Come allestire la cucina per le persone affette da mesotelioma o tumore polmonare

Dal sito americano www.asbestos.com abbiamo tradotto alcuni consigli su come allestire al meglio la cucina e gestire le attrezzature e gli alimenti per i pazienti affetti da mesotelioma (o tumore polmonare).

COME ALLESTIRE UNA CUCINA PER UNA PERSONA AFFETTA DA MESOTELIOMA
Ricevere una diagnosi di cancro può avere effetti pesanti sul modo di vivere la propria quotidianità. Nel momento in cui inizi una terapia, come la chemioterapia, la radioterapia o un intervento chirurgico, può diventare difficile continuare a vivere con la stessa velocità e con la stessa indipendenza di prima.
Nessuno vuol perdere la propria indipendenza e, in alcuni casi, non è necessario che ciò accada.
Quando viene diagnosticato un mesotelioma, diviene fondamentale strutturare la propria vita al fine di mantenere la maggior autonomia possibile.
Uno dei luoghi più importanti, da cui partire, è la propria cucina.

TRASFORMA LA TUA CUCINA IN UN LUOGO “CANCER FRIENDLY”
Le cucine sono, di solito, i luoghi in cui conserviamo e prepariamo il nostro cibo, ma spesso conserviamo i nostri cibi in ripostigli difficili da raggiungere, o abbiamo uno spazio angusto per cuocere e comunque preparare le nostre vivande.
I pazienti oncologici, specie quelli affetti da mesotelioma, presentano sintomi e altre complicazioni che rendono difficoltoso sia raggiungere i cibi che lavorare nella cucina. Inoltre, alcuni pasti debbono essere trattati in maniera particolare per renderne più agevole il consumo.
Inoltre, quando una persona viene sottoposta a terapie contro il cancro, il suo sistema immunitario è compromesso, per cui diviene più difficile combattere la malattia e le eventuali infezioni: tutto ciò fa sì che la preparazione del cibo sia ancora più importante, per migliorare la nutrizione e prevenire le malattie correlate al consumo di cibi non adeguatamente manipolati.
Di seguito riportiamo alcuni suggerimenti su come voi, o chi vi sta vicino, possa allestire la vostra cucina per renderla più sicura e confortevole per chiunque sia affetto da un tumore debilitante, qual è il mesotelioma.

STARE IN PIEDI PUO’ ESSERE STANCANTE PER I PAZIENTI CON MESOTELIOMA.
La chemioterapia e la chirurgia lasciano spesso i pazienti con mesotelioma debilitati durante e dopo il trattamento.
Per questo motivo, stare in piedi per preparare il pasto può essere una sfida. Tentate di riorganizzare la vostra cucina per ricavarne uno spazio per sedersi, che permetta a voi o ai vostri cari di tritare le verdure, preparare le marinature o semplicemente leggersi un libro di ricette prima di preparare il cibo.
Aggiungere una sedia con le ruote, ricoperta da un cuscino confortevole, al vostro spazio in cucina, in maniera tale da minimizzare le difficoltà quando stare in piedi diventa troppo faticoso.
Porre le padelle, i tegami e tutti i complementi di cucina in una posizione facile da raggiungere, anche da seduti. Se trovate troppo difficoltoso riposizionare gli attrezzi da cucina in luoghi più facilmente accessibili, comprate una scaletta pieghevole leggera, che possa essere riposta vicino al mobile da raggiungere.

I FONDAMENTALI DELLA CUCINA: IL MIXER, IL CIBO IN SCATOLA E I SOSTITUTIVI DEI PASTI
La difficoltà di deglutire, conosciuta anche come disfagia, è un sintomo comune del mesotelioma e dei trattamenti anticancro. E’ importante quindi che i pazienti con mesotelioma consumino cibi più morbidi, quali il purè di patate o frullati o frappé gustosi e ricchi di antiossidanti. Questi pasti sono facili da preparare quando si ha un frullatore o un mixer. Entrambi gli elettrodomestici sono economici e ampiamente disponibili presso la Grande Distribuzione, ma anche nei negozi di elettrodomestici più piccoli.
I pasti precotti sono una eccellente fonte di nutrimento, che non va a male. Fate sì di tenere questi cibi in aree facilmente accessibili della vostra dispensa. Anche i sostitutivi del pasto possono essere adatti se soffrite di disfagia ma consultate comunque sempre il vostro medico prima di acquistarli e consumarli.
Un altro sintomo comune fra i pazienti affetti da mesotelioma è la bocca asciutta e la disidratazione. E’ essenziale che teniate una bottiglia d’acqua a portata di mano. Provate anche a consumare cibi con poco sale (che contribuisce alla disidratazione) e quelli ad alto contenuto d’acqua come frutta, frullati e frappè.
Il vantaggio di avere tutti questi prodotti sempre disponibili in casa in casa è che non dovete abbandonare il confort della vostra abitazione o chiedere a qualcuno di andare a comprarli.

L’IMPORTANZA DELLA SICUREZZA ALIMENTARE PER I PAZIENTI ONCOLOGICI
La sicurezza alimentare è molto importante per quelle persone alle quali è stata diagnosticata una patologia tumorale. Molte terapie,ad esempio la chemioterapia, danneggiano il sistema immunitario e la persona è più suscettibile agli agenti patogeni. L’American Cancer Society indica alcune semplici raccomandazioni, di seguito riportate.
  • -Prima di cucinare, te o i tuoi familiari, è importante lavarsi sempre bene le mani. Può sembrare banale ma è molto importante per eliminare molti microbi.
  • -Lava e strofina bene la frutta e la verdura fresca prima di usarla.
  • -Lava bene anche gli oggetti e gli strumenti che usi per cucinare, soprattutto quelli che vengono a contatto con carne cruda.
  • -Quando cucini carne, pesce o uova, assicurati che siano completamente cotti per evitare patologie trasmesse dalla carne o pesce o uova crude.
  • -Non consumare gli alimenti oltre la data di scadenza e non consumare il cibo che è avariato.

PIANIFICA OGNI AIUTO CHE TI POTREBBE ESSERE NECESSARIO
Non sei solo in questo viaggio.
Consultati con il tuo oncologo e chiedi di un dietologo oncologico che possa aiutarti durante le terapie e consigliarti per la tua nutrizione.
In alcuni momenti potresti aver bisogno di aiuto più di quanto tu creda. Chiedi per tempo chi potrebbe aiutarti a cucinare e anche a pulire, se necessario. Anche se puoi e devi provare a mantenere la tu indipendenza il più a lungo possibile, creati una rete di persone che possano aiutarti quando necessario.

dia1.jpg (76) dia 2.jpg (77)
Fondazione ONLUS "Attilia Pofferi" - Codice Fiscale: 01161140478 - Pistoia, Largo San Biagio 109 - Tel. 0573358384

Largo San Biagio, 109 - 51100 Pistoia (PT) - Tel. 0573 35 83 84 - Cell. 345 67 15 109 - Email: info@fondazionepofferi.org

Note legali / Privacy / Cookie - Realizzazione siti web by TimeforWeb

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa completa. Consento